La scelta dei colori nelle mie opere

  • By:
  • Category:
  • Settembre 15, 2023

“I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni” cit. P. P.

Frase emblematica e molto significativa, se solo si presta attenzione al fatto che tutto ciò che ci circonda è fatto di colori e i nostri occhi ci permettono di percepirli in tutta la loro bellezza.

E la percezione dei colori genera una forte carica emotiva dentro di noi. Vero?

Tutti abbiamo un “colore preferito”, nel quale ci identifichiamo, del quale ci circondiamo con abiti, arredi, oggetti vari. E magari facciamo tutto questo in totale incoscienza. Non sappiamo effettivamente cosa ci ha portato a scegliere quel colore anziché un altro.

Fin da piccolina sono stata affascinata dal mondo dei colori. Ogni colore presente in natura suscita nell’immediato una qualche reazione emotiva che, accompagnata dal nostro vissuto e dal nostro carattere, ci guida involontariamente nella scelta di un certo comportamento.

Il mio colore preferito? Decisamente il blu!

Perché? … perché paradossalmente rappresenta l’esatto opposto, per certi versi, di alcuni aspetti del mio carattere.

Nella scala dei colori, il blu è uno dei quattro colori primari, insieme al rosso magenta e al giallo.

Viene associato a sensazioni come calma interiore e tranquillità. Il colore “freddo” per eccellenza, eppure rievoca spiritualità e sensibilità.

È soprattutto il colore della fedeltà e denota una profondità d’animo ineguagliabile.

E poi è il colore dell’acqua, del mio amatissimo “mare”, da perfetta sicula!

Ho sempre creduto che circondarsi di colori rappresentasse il miglior antidoto per tutto ciò che sentiamo di negativo e opprimente nel quotidiano. Così come, al contrario, sia il modo migliore per accentuare sentimenti e sensazioni positive.

Nel mondo dell’ interior design ciò non è sempre così. Infatti, a meno di trovarsi in un ambiente dominato dalla pop art, per esempio, la tendenza è quella di scegliere arredi monocolore, total white, grey o in bianco e nero, insomma tonalità neutre.

Questo nasconde, a mio avviso, timidezza e paura di osare, perché portati a pensare che i colori possano stancare o addirittura portare a pentirci di averli scelti.

Ma anche il neutro può stancare, non credete?

Il rischio di vivere in ambienti che non hanno nulla di personale e personalizzato diventa così molto alto.

Il colore, soprattutto se inserito in un contesto abitativo, è in verità un potente strumento di comunicazione della propria personalità.

Ed è proprio quello che cerco di far risaltare quando realizzo un’opera su commissione. La sinergia che si crea tra le parti è fantastica. Sembra di vivere le stesse emozioni, di percepire gli stessi sentimenti.

Adoro calarmi virtualmente nell’ambiente altrui e creare qualcosa che rimarrà per sempre impresso nella sua vita.

Amiamo i colori!

Condividi su

Leave a Reply